La Mostra

Nuova Real Bodies Experience a Bologna

L’anatomia ha origini antiche, il suo nome appunto deriva del greco classico (anatomè, tagliare e dissezionare attraverso). Le prime sue tracce come studio scientifico risalgono alla scuola medica di Alessandria d’Egitto. In epoca medioevale lo studio del corpo subì un freno a causa dei timori religiosi e ostili divieti. Durante il rinascimento subì un’evoluzione radicale anche grazie all’osservazione diretta dei cadaveri.
Ora, grazie alla moderna tecnica della plastinazione presente a Real Bodies Experience, è possibile ammirare la vera anatomia umana con corpi e organi trattati in modo da poter essere conservati ed esposti al pubblico senza difficoltà. Inoltre alla mostra è possibile entrare ancor di più all’interno del corpo umano grazie alle avanzate tecnologie di realtà virtuali presenti a Palazzo Pallavicini di Bologna.

Lo studio della robotica, e della robotica umanoide in particolare, è tutto proteso all’identificazione di soluzioni a problemi concreti dell’essere umano. Sia nel breve che nel medio periodo dovremo imparare a convivere con l’idea di macchine intelligenti che ci supportano nelle attività quotidiane.

Un salto verso il futuro

Norme per la visita

Non è più richiesto il possesso del green pass rafforzato, né di quello base. All’interno di tutte le mostre è raccomandato indossare la mascherina chirurgica.